DR. RIGGIO EGIDIO
DR. RIGGIO EGIDIO

Aumento, lifting o riduzione del seno?

mastoplastica

Ottenere un aumento di volume del seno migliorandone la forma e la simmetria impiegando materiale protesico nelle donne con mammelle assenti o piccole, con mammelle rilassate e cadenti a causa dell’età, di perdite di peso o di gravidanze.

Dopo la gravidanza le smagliature della pelle del seno possono essere rimosse associando un vero e proprio lifting della mammella all'aumento di volume, utilizzando tecniche più avanzate in mani esperte, con cicatrici minime: mastopessi roundblock + mastoplastica additiva con impianto in parte sottopettorale o dual-plane.

 

Affidati al chirurgo del seno, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, ricordando che si tratta sempre di un intervento chirurgico
da affrontare serenamente con la dovuta informazione medicoscientifica
concernente protesi e tecniche di mastoplastica additiva e riduttiva, di mastopessi e ricostruzione del seno.

 

Il Dott. Riggio ha ideato e pubblicato su riviste scientifiche un nuovo approccio all'intervento di mastoplastica additiva definito come Zenith System

 

Il dott. Riggio, come chirurgo plastico senologo è stato invitato a contribuire alla stesura di numerosi manuali sulle tecniche aggiornate di chirurgia del seno insieme ai chirurghi più esperti del settore a livello internazionale.

 

Per maggiori informazioni contatta lo studio del Dott. Riggio al numero

328 6338018 o trarmite l'email e.riggio@libero.it

Visita il sito www.mastoplastica.mi.it  per avere maggiori informazioni.

Tipi di incisione mastoplastica

Tecniche di mastoplastica additiva

Tecniche di mastoplastica additiva

1. Impianto sottoghiandolare
La tasca contenente la protesi si trova tra la ghiandola mammaria ed il muscolo grande pettorale, consente di proiettare la parte centrale e riempire il polo inferiore della mammella più adeguatamente specialmente quando è presente un eccesso di pelle ed il seno è rilassato.

 

2. Impianto sottomuscolare
La tasca contenente la protesi si trova sotto il muscolo grande pettorale per due terzi, consente di nascondere meglio la protesi specialmente il profilo superiore in donne con uno sottile strato di cute e grasso, può facilitare la lettura di mammografie con protesi radio-opache.

 

3. Impianto misto, in due piani ("dual plane")
La tasca contenente la protesi è parzialmente sotto il muscolo grande pettorale, solo in corrispondenza della parte più alta della mammella, in modo che nella parte centrale del seno sotto l'areola la protesi è prevalentemente sottoghiandolare con l'effetto di produrre una proiezione migliore. Esistono più tecniche dual plane note a livello internazionale.
* In casi selezionati l'inserimento può diventare anche sottofasciale nella parte laterale sopra il muscolo gran dentato in presenza di tessuti cutanei sottili e poco elastici.

 

4. Impianto sottofasciale
La protesi è inserita sotto la fascia propria del muscolo grande pettorale (è una tecnica descritta in alcune pubblicazioni ma senza provati vantaggi a lungo termine rispetto alle altre tecniche).
La Mastoplastica additiva e la Mastopessi sono interventi differenti ma in alcuni casi complementari per ottenere risultati migliori con cicatrici minori.

Share by: